Le Veleggiate Poetiche ripartono da Ponza e Palmarola nel 2022, dopo il successo dell’estate scorsa a Ventotene e verso approdi lontani tra Corsica e Sardegna.

Dal 2 al 5 giugno salperemo alla scoperta delle  Isole Pontine e dei sentieri che le attraversano, della storia che le ha segnate, delle tradizioni e dei prodotti genuini che offrono le campagne assolate su colline a picco sul mare. Ve le racconteremo a modo nostro da un punto di vista privilegiato come il mare e con quel tocco poetico che ci caratterizza, grazie alla partecipazione del collettivo noMade.

Il 2 giugno salperemo dal porto del Circeo spinti dal vento e baciati dal sole destinazione Ponza dove approderemo nella tarda mattinata in una delle sue meravigliose calette.
Nel pomeriggio ci aspetta la Passeggiata Poetica  nella Zona Confinaria  a cura del Centro Studi e Documentazione Isole Ponziane-APS. Partiremo dal porto borbonico e attraverseremo i vicoli e gli antichi edifici a cui è legata la nascita della comunità ponzese nel 1700 fino alla sua storia come colonia confinaria del regime fascista dal 1928 al 1939. Immancabile la visita alle Antiche Cantine Migliaccio, che sono parte di questa storia pluricentenaria, con una degustazione di vino e di prodotti tipici locali, considerata la capacità della nostra tradizione culinaria di raccontare ogni luogo nelle varie epoche.
La Passeggiata Poetica terminerà con il tramonto a Chiaia di Luna tra panorami mozzafiato e colori intensi.

Il 3 giugno è la volta della Passeggiata Poetica a Punta Fieno, lungo uno dei sentieri più suggestivi dell’isola che dal porto sale in cima al Monte Guardia per poi  scendere verso la vallata del Fieno tra cantine e filari di vite, immersi in un paesaggio bucolico, il cui cammino sarà scandito dalla performance partecipativa di narrazione “L’Altro Passo” a cura del collettivo noMade.
A Punta Fieno ci aspetta un bel tuffo a mare per poi risalire a bordo e proseguire il resto della giornata cullati dalle onde fino al tramonto.

Il 4 giugno isseremo le vele con destinazione Palmarola, esplorando caletta dopo caletta ogni angolo dell’isola celebre per i suoi fondali cristallini, fino ad approdare nella  Baia di Cala Francese. Da qui saliremo fino al faraglione dove si erge la Cappella dedicata a San Silverio, costruita dai ponzesi nei primi del 1800, attraverso un sentiero tra panorami mozzafiato e i profumi tipici dell’Isola . Un luogo contemplativo e a tratti mistico che rimane impresso nella memoria.

Il 5 giungo ci aspetta la natura selvaggia di Zannone, parte del Parco Nazionale del Circeo per poi issare le vele nuovamente verso il Circeo dove approderemo nel tardo pomeriggio.

Il programma è stato realizzato in collaborazione con Rosanna Conte ed il Centro Studi e documentazione isole ponziane con l’intento di valorizzare gli aspetti storico culturali e naturalistici più rilevanti che caratterizzano le isole ponziane, secondo una narrazione trasversale e multidisciplinare fuori dagli schemi ordinari.

Per sapere come partecipare alle attività in programma e salpare con noi dal Circeo potete contattarci
al +39.329.8424810 o scriverci ad info@exotique.it

Per chi volesse raggiungere l’isola autonomamente e partecipare alle attività in programma sono disponibili collegamenti giornalieri da Formia e San Felice Circeo.

Posti limitati | prenotazione obbligatoria|

Programma*

2/6 Ponza
ore 9:00 – Imbarco dal porto del Circeo e arrivo a Ponza nella tarda mattinata;

ore 16:00 – Passeggiata Poetica della Zona Confinaria tra racconti e testimonianze che hanno segnato la storia di Ponza dal  1700 ad oggi;

ore 17:00 – Degustazione dei vini delle Antiche Cantine Migliaccio e incontro con il produttore;

ore 19:00 – Tramonto a Chiaia di Luna e cena a bordo per goderci la notte in rada sotto le stelle.

3/6 Ponza
ore 10:00 – Passeggiata Poetica a Punta Fieno con la performance partecipativa di narrazione “L’Altro Passo” a cura del collettivo noMade;

ore 16:00 – Veleggiata fino al tramonto alla scoperta delle baie ponzesi;

ore 20:00 – Cena a bordo e visita al paese.

4/6 Palmarola
ore 10:00 – Veleggiata da Ponza a Palmarola alla scoperta dei fondali cristallini che la caratterizzano;

ore 16:00 – Passeggiata Poetica alla Chiesetta di San Silverio sulla Baia di Cala Francese;

ore 20:00 – Cena a bordo e notte in rada sotto le stelle.

5/6 Zannone
ore 10:00 – Veleggiata  verso l’isola di Zannone uno degli ambienti del Parco Nazionale del Circeo

ore 15:00 – Veleggiata verso il Circeo dove approderemo entro le 19.

Per informazioni su come salpare con noi alle Isole Pontine +39.329.8424810 o info@exotique.it

Imbarco e sbarco dal porto del Circeo

L’Altro Passo
Forse la tara originaria dell’Essere Umano non era la conoscenza ma, al contrario, la dimenticanza.*
Come attraversano il bosco gli animali? Come guardano il mondo? Come comunicano?
L’Altro Passo è una performance partecipativa di narrazione in natura ad opera del collettivo di artisti noMade, che mira a rispondere a queste domande. Il pubblico camminante è invitato ad esplorare la natura in un “Altro” modo. Seguendo il filo della “favola selvaggia” i partecipanti sono guidati a ricontattare la propria dimensione animale attraverso un’esperienza di metamorfosi poetica. Il percorso è disseminato da piccole esperienze di ascolto e interazione con l’ambiente circostante.
*L’Assemblea degli animali di Filelfo, Einaudi 2020

noMade è un gruppo di artisti poliedrico che racchiude diverse abilità e sensibilità, in particolare nella grafica, il sound design, la videoarte, le arti performative, l’arte visuale e le installazioni site-specific.

Fortuna – La barca a vela
Fortuna è uno Sciarrelli 52 – 110 progetto dell’Architetto del Mare Carlo Sciarrelli, acquistata a Lubecca sul Mar Baltico nella fine del 2013 dal lupo di mare e intrepido Comandante della nostra Veleggiata Michelangelo Minelli.  In un cantiere di Lubecca, il cui porto è tra i più importanti della Germania, ha subito una prima fase dei lavori di  reatauro, poi Michelangelo sfidando i Mari del Nord in una lunga navigazione avventurosa in solitaria nell’ottobre del 2014  l’ha portata dopo 2 mesi e mezzo di navigazione unicamente a vela nella sua  Terracina. In un cantiere al porto di Terracina sono stati conclusi i lavori di restauro con passione e dedizione dallo stesso Comandante durante 7 lunghi inverni e nel giugno 2021 è ritornata a toccare acqua. Ogni singolo pezzo della barca è stato realizzato a mano, con l’abile arte della carpenteria e una minuziosa attenzione per ogni singolo dettaglio, oltre che una dose massiccia di creatività ed inventiva. Non poteva che essere Fortuna la barca a vela della nostra prima Veleggiata Poetica alle Isole Pontine!

“Una barca è bella quando esprime al massimo le qualità del suo tipo. C’è bellezza nello yacht a vela, c’è bellezza in un peschereccio, c’è bellezza in un motoscafo o in una nave mercantile.” − Carlo Sciarrelli, Lo Yacht: origine ed evoluzione del veliero da diporto