Le Veleggiate Poetiche sono esplorazioni nella Natura Selvaggia, ma di riflesso in noi stessi, nelle nostre emozioni e nel piacere di condividerle, arricchite da esperienze fuori dagli schemi ordinari attraverso linguaggi universali come la musica, l’arte, la creatività.
Ci muoveremo con il mezzo di trasporto più arcaico con cui l’uomo ha iniziato ad esplorare terre sconosciute, spinti dal vento e baciati dal sole.
Questa volta la nostra destinazione saranno le meravigliose Isole Pontine, tra calette, falesie e sentieri con panorami mozzafiato.
Conosceremo nuovi approdi e vi racconteremo tante storie che è “il modo più bello per conoscere il mondo”, come cita una popolare trasmissione radiofonica.
A bordo con noi i nostri libri preferiti per il rituale ormai consolidato delle letture dei passaggi più significativi che ognuno degli ospiti avrà il piacere di condividere con il resto dei partecipanti.
Di seguito il programma della 3 giorni in barca a vela in compagnia del nostro Comandante Michelangelo, instancabile lupo di mare, e la guida ambientale esperta il dottore naturalista Andrea Cinquegranelli.
A bordo con noi non potevano mancare i vini naturali del Progetto Sete, fatti come Natura vuole nella Valle dell’Amaseno a Priverno da vigne recuperate.

Per sapere come salpare con noi contattateci al +39.329.8424810 o scriveteci ad info@exotique.it
Contributo per partecipare alla Veleggiata Poetica 350 €.

Programma*
27/8 Ponza
ore 10:00 – Imbarco dal porto del Circeo e arrivo a Ponza nel pomeriggio;
ore 17:00 – Passeggiata Poetica tra pareti di falesie e panorami mozzafiato fino ad arrivare al tramonto a Punta Incenso, per poi cenare a bordo e goderci la notte stellata in rada in una delle calette di Ponza;

28/8 Zannone
ore 10:00 – Passeggiata Poetica e trekking nella natura selvaggia di Zannone, valicando il Monte Pellegrino (194mt) tra lecci, corbezzoli e mirto scandita da racconti sull’Isola parte del Parco Nazionale del Circeo.
Rientro verso Ponza nel pomeriggio e visita dell’Isola, tra vicoletti e piazze panoramiche del centro. Notte in rada in una delle calette ponzesi;

29/8 Ponza
Risveglio cullati dal mare, e caletta dopo caletta esploreremo quella che da molti è definita tra le isole più belle del Mediterraneo, con i suoi colori unici e l’acqua cristallina. Partenza nel primo pomeriggio e sbarco al porto del Circeo entro le 20.

Zannone
L’incontaminata Zannone è l’unica delle isole pontine facente parte del Parco Nazionale del Circeo. Questa verdissima isola, disabitata e priva di strade e di veicoli, è un piccolo paradiso naturalistico dove è conservato l’aspetto e la natura originaria di queste meravigliose isole. Percorriamo il sentiero che ci permette di esplorare per intero l’area protetta. Saliamo verso il Monte Pellegrino, che con i suoi 194mt è la cima più alta dell’isola, e camminiamo attraverso un lussureggiante bosco a macchia mediterranea, con lecci, corbezzoli e mirto. Lungo il sentiero attraversiamo un antico monastero benedettino e, con un po’ di fortuna, possiamo incontrare gli unici abitanti dell’isola: i mufloni.
Lunghezza percorso: 7km

Punta Incenso/Ponza
Il sentiero parte dall’estremità settentrionale dell’isola. Lungo la costa alta e frastagliata, sopra l’inaccessibile Cala Gaetano, camminiamo su una falesia che si apre pian piano, permettendoci dapprima di ammirare le ripide pareti vulcaniche dell’isola, fino ad arrivare con lo sguardo verso il comune di Ponza ed il suo variopinto porto. Proseguendo attraverso una macchia mediterranea composta da arbusti prostrati dal vento, arriviamo ad affacciarci sull’isolotto di Gavi e su Zannone, nella punta estrema dell’isola che per i suoi colori ha preso il nome di Punta Incenso.
Lunghezza percorso: 3km

Fortuna – La barca a vela
Fortuna è uno Sciarrelli 52 – 110 progetto dell’Architetto del Mare Carlo Sciarrelli, acquistata a Lubecca sul Mar Baltico nella fine del 2013 dal lupo di mare e intrepido Comandante della nostra Veleggiata Michelangelo Minelli. In un cantiere di Lubecca, il cui porto è tra i più importanti della Germania, ha subito una prima fase dei lavori di reatauro, poi Michelangelo sfidando i Mari del Nord in una lunga navigazione avventurosa in solitaria nell’ottobre del 2014 l’ha portata dopo 2 mesi e mezzo di navigazione unicamente a vela nella sua Terracina. In un cantiere al porto di Terracina sono stati conclusi i lavori di restauro con passione e dedizione dallo stesso Comandante durante 7 lunghi inverni e nel giugno 2021 è ritornata a toccare acqua. Ogni singolo pezzo della barca è stato realizzato a mano, con l’abile arte della carpenteria e una minuziosa attenzione per ogni singolo dettaglio, oltre che una dose massiccia di creatività ed inventiva. Non poteva che essere Fortuna la barca a vela della nostra prima Veleggiata Poetica alle Isole Pontine!
“Una barca è bella quando esprime al massimo le qualità del suo tipo. C’è bellezza nello yacht a vela, c’è bellezza in un peschereccio, c’è bellezza in un motoscafo o in una nave mercantile.” − Carlo Sciarrelli, Lo Yacht: origine ed evoluzione del veliero da diporto

Per sapere come salpare con noi contattateci al +39.329.8424810 o scriveteci ad info@exotique.it
Contributo per partecipare alla Veleggiata Poetica 350 €.